Vegano, non alieno. La dolce vita veg di Gaia

polyp_cartoon_Vegan

 

Entrate su Internet. Se non avete Google come homepage, digitatelo in qualsiasi lingua voi vogliate, poi entrate nella ricerca Immagini. Scrivete ora nella barra di ricerca “Vegan Cartoon“. Ecco, questa vignetta la troverete di certo nella prima fila, insieme a tante altre più o meno simpatiche e/o taglienti.
La questione di vegani e vegetariani è intrappolata tra due estremi: gli onnivori “che se non mangi carne, dove trovi le proteine?”  e i vegetariani/vegani stessi in preda ad attacchi violenti di estremismo, misti a opere indesiderate di proselitismo. Vogliate anche il fatto che si riconoscano in una minoranza contro il resto del mondo, scattare sulla difensiva pare una reazione istintiva naturale.

Gioie e dolori della democrazia del cibo.

Continua a leggere

Annunci

Taste of Cambridge -il vegan corner della città

DSC_1274

Tempi duri per vegetariani e vegani? Non proprio.

Che sia per una nuova presa di coscienza, una questione etica, una maggior (e miglior) consapevolezza o, nei casi borderline, per una moda di passaggio, quelli che prima erano visti con sospetto da ristoratori e non, categorizzati immediatamente come mangiaerba, oggi possono tirare un sospiro di sollievo e scegliere tra un’offerta sempre più ricca di piatti o addirittura ristoranti a loro dedicati. Sono lontani, insomma, i tempi in cui c’era da pregare che il bistrot scelto da mamma avesse qualcosa che non contenesse carne; i tempi della scansione del menù ai raggi x e gli interrogatori di terzo grado ai camerieri. Continua a leggere