La visione manichea dei taleban-foodie

Bianco o nero.
Mare o montagna.
Biologico o no.

Che sia stato per un eccesso o per una mancanza totale di consapevolezza, la gastronomia si ritrova schiacciata e compressa in una visione che poco ha a che fare con la sua natura olistica. Che detto in parole meno altisonanti, suona un po’ come: a cadere nella facile trappola dell’estremismo, il passo è breve.

Continua a leggere

Annunci