Cannolicchio

cannolìcchio s. m. [der. di canna, cannolo]. 

1. Nome di varie specie di molluschi bivalvi marini della famiglia dei solenidi, dal corpo allungato, che vivono affondati verticalmente nella sabbia, all’estremo limite della bassa marea, commestibili e molto apprezzati.

2. Al plur., tipo di pasta corta bucata, particolarmente adatta per minestre di legumi.

Annunci

Michael Pollan e l’arte del tempo in cucina

Il cibo è una cosa seria; parlare di cibo, lo è ancora di più, e nulla deve essere lasciato al caso. Ma in fondo,  un vero (e serio) foodteller è riconoscibile sin dalla sua prima parola, non solo per la professionalità che mette nello scrivere, ma anche dalla sua passione. Per la tavola, ovviamente. Un buon metodo per iniziare è scegliersi i propri guru, e se davvero avete intenzione di diventare veri food writer (ma veri-veri, eh), Michael Pollan non può assolutamente mancare dal vostro olimpo, il che non significa solo sapere chi è-ve lo dico io: giornalista americano e insegnante alla School of Journalism della Berkeley University. No: dovete anche riempirvi la vostra Billy fresca di Ikea dei suoi libri (dopo averli letti, magari), e se soffrite di illuminazioni notturne, tipo la nonna che vi appare in sogno e vi dice i numeri da giocare al lotto, tenere il suo ultimo lavoro, “Cotto”, direttamente sul comodino.

pollan
Continua a leggere

Taste of Cambridge -il vegan corner della città

DSC_1274

Tempi duri per vegetariani e vegani? Non proprio.

Che sia per una nuova presa di coscienza, una questione etica, una maggior (e miglior) consapevolezza o, nei casi borderline, per una moda di passaggio, quelli che prima erano visti con sospetto da ristoratori e non, categorizzati immediatamente come mangiaerba, oggi possono tirare un sospiro di sollievo e scegliere tra un’offerta sempre più ricca di piatti o addirittura ristoranti a loro dedicati. Sono lontani, insomma, i tempi in cui c’era da pregare che il bistrot scelto da mamma avesse qualcosa che non contenesse carne; i tempi della scansione del menù ai raggi x e gli interrogatori di terzo grado ai camerieri. Continua a leggere

Il lato agrodolce del web -da un grande potere derivano grandi responsabilità

Questo è uno dei pochi post, per la precisione l’ultimo post, che sono riuscita a salvare dal famoso attacco da parte degli hacker nigeriani che hanno fagocitato il mio vecchio blog tutto unicorni, prati in fiore e ricette. Dal sapore decisamente diverso, molto più aspro e pungente, mi viene quasi da pensare che questi hacker siano stati assoldati per sgonfiare il mio atteggiamento critico -esattamente come un soufflé rimasto troppo a lungo fuori dal forno. Ma i blog cambiano, le opinioni no: per questo ho deciso di cominciare Foodemocracy lì dove Thesweetsideofthemoon è finito. Enjoy, babies.

Continua a leggere