Treccia dolce all’uvetta con pasta madre

[liberamente tratto, ispirato e riprodotto dal libro “La pasta madre” di Riccardo Astolfi, che tradotto fa: seguite le sue ricette, che escono]

 

treccia

 

INGREDIENTI:

 

500gr di farina manitoba
150gr di pasta madre rinfrescata
1 uovo, 2 tuorli
100gr di burro
125gr di panna fresca
60gr di zucchero
1 cucchiaino di sale

seconda lievitazione:
50gr di burro fuso
100gr di uvetta ammollata
80gr di zucchero di canna
1 tuorlo
50gr di latte

 

 

PROCEDIMENTO:

 

Formate una fontana di farina su una spianatoia. Praticate un cratere e adagiate la pasta madre. Scioglietela più che potete con la panna tiepida, aggiungeteci l’uovo e i tuorli e mescolate con una forchetta. Unite il burro morbido a tocchetti, lo zucchero e il sale e iniziate ad incorporare la farina. Impastate a lungo (io ho resistito per 25 minuti) fino ad ottenere una palla morbida, liscia ed omogenea. Posatela in una ciotola, coprite con pellicola trasparente e fate lievitare in forno con lucina accesa per 6 ore. Trascorso questo tempo, estraete la palla di impasto, stendetela piano con le mani e praticate un giro di pieghe. Stendetela ancora, questa volta con l’aiuto di un mattarello, fino ad ottenere un rettangolo alto circa 1cm. Spennellate generosamente con il burro fuso, cospargete di uvetta e zucchero di canna e arrotolate la pasta per il senso della lunghezza. Chiudete accuratamente le due estremità e spingete con le mani per compattare bene il serpentello. Dividetelo a metà aiutandovi con un coltello, poi, unendo le due punte, intrecciate la pasta. Schiacciate ancora sulle estremità per chiuderla per bene, poi adagiate la treccia su una teglia coperta da carta forno, e fate lievitare per altre 2 ore (sempre in forno con lucina accesa). Mezz’ora prima del termine del tempo, estraete la teglia, coprite la treccia con un canovaccio e fate riscaldare il forno a 180 gradi. Sbattete insieme il tuorlo ed il latte, spennellate la superficie della treccia e infornate per 35 minuti. Al termine della cottura, lasciate raffreddare completamente su una grata.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...